Roma, incidente sulla Nomentana: padre e figlio di 7 anni muoiono dopo la partita

Doveva essere una serata speciale passata insieme allo stadio per vedere la Roma, la loro squadra del cuore, e invece si è trasformata in tragedia. Cristian, 7 anni, e suo padre, Stefano De Amicis, 38, sono morti ieri sera in un tragico incidente stradale su via Nomentana tra Santa Lucia e Mentana. Padre e figlio viaggiavano in sella allo scooter con cui stavano tornando a casa dall’Olimpico dopo la sfida dei giallorossi contro il Bayern Monaco, quando sono stati travolti da un’auto finita fuori strada. Il tragico incidente si è verificato prima della mezzanotte: un automobilista, un cittadino romeno incensurato di 40 anni, alla guida di una Opel Tigra, per circostanze ancora da chiarire, ha preso in pieno lo scooter T-Max 500 sul quale viaggiavano Stefano De Amicis, che lavorava come steward all’Olimpico, e il figlio Cristian di sette anni. Sul posto sono accorsi i carabinieri e ambulanze del 118. Per il bambino non c’è stato nulla da fare. Il medico di bordo ha cercato di rianimarlo ma ogni tentativo è stato vano. E’ morto poco dopo all’ospedale S.Andrea anche

Incidente stradale Romea a Conche di Codevigo oggi 19 ottobre 2014 „Grave incidente sulla Romea: muore una bimba di Dolo, 9 feriti

Incidente stradale Romea a Conche di Codevigo oggi 19 ottobre 2014 „Gravissimo incidente domenica pomeriggio sulla Romea a Conche di Codevigo nel Padovano al confine con la provincia di Venezia. Una bambina di 3 anni, i cui genitori risiedono a Dolo, è morta sul colpo in seguito al violentissimo impatto avvenuto tra due vetture. Il suo nome è Lucia Tasso. Inutili purtroppo i tentativi dei soccorritori di rianimarla. La madre, libera professionista, è stata portata all’ospedale nel reparto di Ginecologia, essendo in stato interessante. Ferito più lieve il padre, architetto. Ci sarebbero in tutto altri nove feriti: due risultano gravi e ricoverati a Piove di Sacco. Un dirigente della Pallavolo Pellestrina, in auto assieme ad altri tre colleghi, domenica era stato ricoverato nel reparto di Rianimazione. Altri quattro sono ricoverati a Chioggia e risultano di media gravità mentre tre sono stati portati a Padova. Tra loro, due ancora abbastanza gravi, uno invece è ferito lievemente. Subito si sono create lunghe code e il traffico è stato deviato.“ fonte: Venezia Today 20 ottobre 2014

Firenze auto pirata travolge padre e figlio. Morti entrambi

FIRENZE – Due persone, padre e figlio, di 56 e 30 anni sono morte e altre due sono rimaste ferite in un incidente stradale avvenuto sabato mattina dopo le 6 in A1, tra i caselli di Firenze Sud e Firenze Scandicci in direzione Bologna. Nel tratto interessato l’autostrada è stata chiusa e poi riaperta poco prima delle 9: al momento si registrano 5 km di coda allo svincolo per Impruneta. Le vittime si chiamavano Paolo e Francesco Boni residenti a Terranuova Bracciolini. Una terza persona che viaggiava con loro, un quarantatreenne di San Giovanni Valdarno (Arezzo), si trova ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Careggi. I tre viaggiavano a bordo di un Land Rover Defender. Ferita in modo lieve anche una quarta persona, che si trovava in una delle altre vetture coinvolte nell’incidente . Si cerca un’auto pirata Secondo una prima ricostruzione ci sarebbe stato un tamponamento tra un furgone e un’auto, e successivamente un’altra auto, una macchina di colore blu scuro avrebbe travolto i due, senza fermarsi. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti polstrada, soccorsi sanitari e meccanici, oltre al

Ladispoli. Pirata investe ciclisti e scappa

Pirata investe ciclisti e scappa L’incidente è avvenuto a Ladispoli, cittadina sul litorale laziale a nord di Roma, poco dopo le dieci di mattina. Secondo la ricostruzione della Polizia Stradale, l’auto killer ha prima travolto un gruppetto di sei ciclisti che procedevano nella stessa direzione della macchina. Il conducente non si è fermato a prestare soccorso, anzi, secondo le testimonianze, avrebbe addirittura accelerato. Dopo un altro chilometro di folle corsa ha tamponato il ciclista che è poi morto durante il trasporto in ospedale in eliambulanza. Anche in questo caso il pirata della strada non si è fermato, ma poco dopo è finito fuori strada ed è stato arrestato dagli uomini della Stradale. Martedì 14 ottobre a Roma un anziano ciclista era stato travolto e ucciso all’Eur, lungo la Cristoforo Colombo, mentre un altro . Domenica 12 ottobre invece un piratadella strada aveva investito e ucciso un ciclista a Eboli, nel Salernitano. (fonte corriere delle sera)

Una intera famiglia sterminata in un incidente stradale

Una intera famiglia sterminata in un incidente stradale È una famiglia distrutta quella rimasta coinvolta, nel tardo pomeriggio di Venerdi 17 Ottobre , in uno scontro tra l’auto su cui viaggiavano i suoi cinque componenti ed un autoarticolato. L’impatto è avvenuto su una statale in provincia di Campobasso: la 647 Fondo Valle del Biferno. Tra le lamiere sono rimasti una bambina di due anni, il suo papà e la nonna. In ospedale, a Termoli, ci sono la mamma e la sorellina di circa cinque anni: gli accertamenti medici sono ancora in corso e nulla è trapelato finora sulle condizioni in cui sono giunte in ospedale. Sotto choc, tanto da chiedere di essere anch’egli ricoverato, il conducente del Tir. I due mezzi viaggiavano in direzioni opposte. L’auto su cui si trovava la famiglia, di Campobasso, lasciato il capoluogo si dirigeva verso Termoli: il tir stava raggiungendo Campobasso. I primi accertamenti sulla dinamica, indicherebbero uno scontro quasi frontale. L’auto, una Mercedes, sarebbe in parte finita sotto il tir. L’impatto è avvenuto in corrispondenza di Castel Bottaccio. Il traffico è bloccato, con deviazioni sulla

Veneto. Incidente stradale , muore una bambina di 3 anni

Incidentre stradale , muore una bambina di 3 anni.  7 Feriti. Una bambina di tre anni è morta questo pomeriggio in un incidente avvenuto in Veneto sulla statale ’Romea’, tra Padova e Venezia, nel quale sono rimaste ferite altre 7 persone. Ancora in fase di ricostruzione la dinamica dello schianto, un frontale tra due vetture, secondo le prime ricostruzioni. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polstrada di Padova, i vigili del fuoco e i sanitari del Suem, anche con l’elisoccorso. Nonostante le lunghe manovra di rianimazione cui è stata sottoposta la bimba è deceduta durante il trasporto all’ospedale. (fonte Messaggero)